Home » Projects » Banca dati epidemiologica sulle malattie da emoglobina

Banca dati epidemiologica sulle malattie da emoglobina

Il progetto epidemiologico della TIF si concentra sulla raccolta di informazioni riguardanti le percentuali di soggetti portatori, le nascite premature e lo stato attuale delle strategie di controllo dell’emoglobinopatia nei sistemi sanitari dei paesi membri della TIF per β- e α-talassemia, HbE e anemia falciforme, le cui combinazioni costituiscono l’obiettivo principale di questo lavoro. Sono stati confrontati i dati del PIL, della spesa sanitaria pro capite e delle malattie, e sono stati messi in evidenza i passi più importanti da compiere a livello mondiale per promuovere la lotta contro le malattie non trasmissibili, comprese le malattie da emoglobina.

La seconda fase del progetto, che è iniziata alla fine del 2011 e dovrebbe continuare fino al 2013, è dedicata al completamento delle informazioni sulla β-talassemia e continuerà a raccogliere informazioni su anemia falciforme e HbH, per realizzare un’aggiornata banca dati epidemiologica sulle malattie da emoglobina clinicamente più significative. In particolare, ciò consente alle comunità di pazienti e genitori di ricevere dati costantemente aggiornati dai gruppi di esperti e ricercatori medico-scientifici impegnati nel settore. Questi dati sono necessari non solo per meglio impostare e sostenere le attività della TIF, ma anche per fornire informazioni alle principali agenzie delle Nazioni Unite, compresa l’OMS. L’obiettivo è quello di dare priorità alle malattie da emoglobina nelle agende sanitarie nazionali, regionali e internazionali, sottolineando la rilevanza di queste patologie.

Inoltre, tutti gli archivi elettronici e cartacei riguardanti i membri della TIF, nonché i paesi e le organizzazioni cooperanti, sono stati aggiornati per includere quanto segue:

  • Dati epidemiologici
  • Revisione dei sistemi sanitari
  • Risultati/impegni/piani comuni
  • Ricerca di pubblicazioni (periodo 2007-2012).
Leggi l’articolo della TIF sull’epidemiologia